‘U passatu è passatu

Soni ‘i chitarra e mandulini

‘ccumpagnanu ‘sti me’ pinseri peregrini

vannu ‘nta storia comu tanti surdati

mi si ripigghjunu i sogni jttati:

trovunu sulu muddhicati ‘i duluri

chi si ‘ntorcinianu a curuna ri sciuri.

‘Na bbuci mi rici: figghja chi ffai?

‘u passatu è passatu, non risuscita mai!

Rrendici unuri cu ‘na cruci ‘nta manu

serbi ‘u passatu a vardari luntanu,

rrarici ti ressi fundi e ppussenti

a guvirnari ra sula ‘u to’ presenti

rriri a la vita chi non vali nenti

pensa ô futuru cu ll’occhji splendenti …

marcianu arretu ddhi peregrini pinseri

surdati senz’armi, oggi, rumani e pur’ ajeri.

passato


Share This Post

Related Articles

Leave a Reply

You must be Logged in to post comment.

© 2019 rosalbabarcella.net. All rights reserved. Site Admin · Entries RSS · Comments RSS
Powered by WordPress · Designed by Theme Junkie

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi